FONDAMENTI DEL MODELLO ORGANIZZATIVO

A CHI E’ RIVOLTO E PERCHE’ PARTECIPARE

Il corso sui “Modelli organizzativi di cui al D.Lgs. 231/01 si pone l’obiettivo di approfondire la tematica dei modelli di organizzazione e gestione previsti dal  D. Lgs. 231 e la principale giurisprudenza in materia. Il D. Lgs. 231 è la norma che disciplina la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di responsabilità giuridica: in sostanza l’azienda, come organizzazione, viene ritenuta co-responsabile del reato che comunque dal punto di vista penale è attribuito ad una o più persone fisiche. Per la prima volta il nuovo regime di responsabilità coinvolge, nella repressione degli illeciti penali connessi con la sicurezza e la salute dei lavoratori, il patrimonio degli Enti che abbiano tratto un vantaggio dalla commissione degli illeciti stessi. Infatti, in caso di commissione di una delle fattispecie di reato contemplate dal D. Lgs. 231, è prevista l’applicazione a carico dell’Ente, di una sanzione pecuniaria fino ad un massimo di € 1.549.370,00 e, nei casi più gravi, l’applicazione di sanzioni interdittive quali la sospensione o revoca di concessioni e licenze, l’interdizione dall’esercizio dell’attività, il divieto di contrarre appalti con la Pubblica Amministrazione, l’esclusione o revoca di finanziamenti e contributi, il divieto di pubblicizzare beni e servizi, sino ad arrivare al commissariamento dell’Ente.

Tuttavia l’art. 6 dello stesso D. Lgs. 231/01 stabilisce che l’Ente possa sottrarsi alla responsabilità sancita dall’art. 5 ove dimostri:

– di aver adottato ed efficacemente attuato, prima della commissione del fatto/reato “modelli di organizzazione e di gestione idonei a prevenire reati della specie di quello verificatosi”;

– di aver affidato il compito di vigilare sul funzionamento, sull’efficacia e sull’osservanza del predetto modello e sull’aggiornamento dello stesso, ad un “organismo di controllo interno all’ente dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo” (Organismi di Vigilanza – ODV).

 

Acquisizione delle conoscenze basilari del Modello di organiz­zazione e gestione previsto dal D.lgs. 231/01 al fine di dotare l’azienda di uno strumento volto a prevenire la responsabilità penale e fornire un eventuale esimente a favore dell’impren­ditore. Al termine di ogni modulo è previsto un esame scritto per verificare il corretto apprendimento delle nozioni acqui­site.

Il Corso sul D.Lgs. 231/01 è rivolto a Datori di lavoro, Dirigenti, amministratori di società, tecnici della sicurezza, RSPP e ASPP, professionisti interessati a vario titolo alla tematica, quali avvocati, consulenti, dottori commercialisti e giuristi d’impresa, consulenti sui sistemi di gestione.

Prezzo

120 €

Docente

avv. Giovanni Novellini

Attestati di frequenza e valutazione dei partecipanti

Per ogni partecipante al corso, a seguito di superamento della verifica di apprendimento, verrà rilasciato un attestato di frequenza.

Coffee break

Il coffee break è compreso nella quota di partecipazione al corso.

Requisiti Hardware in caso di Videoconferenza

Se sei interessato ad iscriverti al corso in videoconferenza puoi visionare le modalità di partecipazione.

TI INTERESSA IL CORSO?

Contattaci

Chiamaci allo 02.67739025 o compila il seguente modulo:

Nome e Cognome
Email

Il tuo messaggio

Ho letto e acconsento al trattamento dei miei dati secondo quanto indicato nella privacy policy

FONDAMENTI DEL MODELLO ORGANIZZATIVO

Contenuti del corso

  • Il Modello organizzativo

  • L’analisi dei rischi

  • Il Codice etico
  • Sistema sanzionatorio